Mediazione familiare


La mediazione familiare è un percorso per la riorganizzazione delle relazioni familiari in vista, o in seguito, alla separazione o al divorzio.
Il mediatore familiare, contattato dalla coppia, garantisce imparzialità, qualificazione certificata, competenze specifiche e massima riservatezza. Il presupposto su cui si basa è la capacità delle persone di autodeterminarsi ed assumersi la responsabilità di decidere ciò che è meglio per sè stessi e per la propria famiglia, senza il bisogno di delegare tali facoltà ad un terzo (come un avvocato o il giudice).
Durante una separazione od un divorzio, tutta la famiglia attraversa un periodo molto stressante, con i conseguenti disordini emotivi ed organizzativi, che comporta cambiamenti a tutti i livelli. La mediazione facilita questi cambiamenti all’interno di uno spazio neutro dove i coniugi hanno la possibilità di confrontarsi, parlarsi e giungere a degli accordi ragionevoli e soddisfacenti, dall’affidamento dei figli, alla divisione dei beni comuni, al calendario delle visite, a tutti gli altri aspetti che riguardano una separazione in modo che siano i genitori stessi ad elaborare un programma di separazione soddisfacente per tutti i componenti del nucleo famigliare.
Il percorso di mediazione è un intervento strutturato, non particolarmente lungo che si articola in 10-12 sedute per un tempo di circa 3 –4 mesi e che si concluderà con un accordo finale che, oltre a favorire una nuova modalità relazionale e comunicativa tra i coniugi, redige un documento d’intesa che contiene le condizioni di separazione negoziate nei singoli incontri, nel rispetto dei peculiari interessi di ciascun membro della famiglia e sempre nell’ambito del quadro normativo vigente.
Il professionista consegna l’accordo finale ad entrambi i partner, ognuno dei quali è libero di seguirne le indicazioni per riorganizzare in modo responsabile la propria vita e quella dei figli o di formalizzarlo ai fini di una procedura legale di separazione personale congiunta.
Nelle ipotesi in cui la coppia sia arrivata in mediazione nel corso di separazione consensuale, l’accordo di separazione può essere presentato al tribunale in forma di ricorso congiunto.
Anche in caso di divorzio, l’accordo raggiunto viene presentato in tribunale, nella forma di ricorso congiunto per la cessazione degli effetti civili del matrimonio.